FINALE A BRONZO A PALERMO: EXPRIVIA MOLFETTA TRA GLI UOMINI E TOSCANA ATLETICA EMPOLI TRA LE DONNE GUIDANO LA CLASSIFICA PROVVISORIA

IL TRIONFATORE NELLA DIAMOND LEAGUE, ANDY DIAZ HERNANDEZ, VINCE IL TRIPLO CON LA MISURA DI 16.08

DOMANI ULTIMA GIORNATA DI GARE: IL VIA ALLE 9 CON I 5.000 FEMMINILI

PALERMO 17 SETTEMBRE 2022 – L’Exprivia Molfetta con 94 punti guida la classifica maschile dopo la prima giornata di gare del Campionato di società assoluto su pista, Finale A bronzo. Alle spalle della società pugliese si trovano Unicusano Livorno (93,5), Nissolino Sport (90,5) e Atletica Malignani Libertas Udine (77), mentre tra le donne in testa alla classifica provvisoria c’è la Toscana Atletica Empoli Nissan con 87,5 punti, seguita da Atletica Montanari Gruzza (86), Cus Catania (83,5) e Nissolino sport (83).

IL PROLOGO – Prima dell’avvio delle gare è stato osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria delle vittime dell’alluvione nelle Marche, poi è stato il Sindaco di Palermo ad inaugurare ufficialmente i campionati. Il Primo cittadino ha sottolineato come “l’Amministrazione comunale abbia recentemente rinnovato lo stadio delle Palme che, ulteriormente, dovrà essere messo nelle migliori condizioni a disposizione delle società sportive e della città”. “Per me – ha aggiunto il Sindaco – è stato un vero piacere aprire i campionati che hanno portato oltre 500 atleti a Palermo in rappresentanza di 24 squadre”.

I PROTAGONISTI – Finale bronzo, ma atleti di ottimo livello in pista a Palermo come Yupun Abeykoon della Nissolino sport, in possesso di un personale di 9.96, quest’anno medaglia di bronzo nei 100 metri piani ai Giochi del Commonwealth. Nella seconda serie il velocista singalese in corsia 5 ha dominato in 10.35, mentre tra le donne successo di Caterina Ruggeri Fasciani della Nissolino sport in 11.96, davanti a Chiara Torrisi del Cus Catania, seconda con il tempo di 12.18.

Piazza d’onore anche nei 1.500 maschili per il campione italiano del 2019, Matteo Spanu dell’Atletica Malignani Udine (3.56.72) superato sul traguardo da Giancarlo Roselli dell’Exprivia Molfetta, primo in 3.56.67.

LA STELLA – La stella di prima grandezza attesa da tutto il pubblico è entrata in scena al tramonto, ovvero Andy Diaz Hernandez della Libertas Unicusano Livorno, recente vincitore nel triplo della Diamond League con il personale di 17,70, misura che ha permesso al cubano tesserato per la società toscana di battere il campione del mondo ed olimpico, Pedro Pablo Richardo. Sulla pedana dello stadio delle Palme “Vito Schifani”, l’allievo di Fabrizio Donato ed Andrea Materazzo si è “esibito” solo in un paio di salti, tanto quanto basta per vincere (con il primo balzo) con la misura di 16.08 (per lui assai modesta). “Ho trovato un’ottima pedana e spero il prossimo anno di tornare per provare a fare una buona misura – ha detto Andy Hernandez – siamo a fine stagione e devo centellinare le energie, anche perché domani tornerà in pedana per il salto in lungo”.

LE SORELLE VANDI – Nell’economia della classifica femminile, l’Avis Macerata ha fatto bottino pieno con le sorelle Vandi che hanno portato in dote 24 pesantissimi punti: Elisabetta ha vinto i 400 in 54.36, mentre la maggiore, Eleonora, ha dominato i 1.500 in 4.35.85 superando negli ultimi 100 metri, Amanda Valtasa del Cus Catania (4.42.09).

LA PIU’ GIOVANE ED IL PIU’ ANZIANO – Nella classifica degli “opposti” la segnalazione va, sicuramente, tra le donne all’Allieva, Giulia Bernini, della Toscana Atletica Empoli, 16 anni, che ha vinto i 3.000 siepi con il personale di 10.58.55, mentre nei 5 km. di marcia maschili, Enrico Olivo dell’Atletica Insieme Verona, a 65 anni suonati si è piazzato al 10^ posto con il tempo di 29.53.

La chiusura con le staffette 4 X 1000 con il trionfo della Nissolino sport (con Yupun Abeykoon ultimo frazionista) tra gli uomini e dell’Atletico Lecco Colombo tra le donne.

IL PROGRAMMA DI DOMANI – Domani mattina (domenica 18 settembre) seconda ed ultima giornata di gare. Il via alle 9 in punto con i 5.000 femminili ed il martello maschile e l’epilogo con le staffette 4 X 400, femminile e maschile, rispettivamente alle 12.30 ed alle 12.45, gare queste che decideranno la classifica finale con le prime 4 società che saranno promosse alla finale argento del prossimo anno e le ultime 4 , retrocederanno nella finale B.

 

© ASD Media@ Maratona di Palermo | P.Iva 05114900821
powered by emag design